Le principali piantagioni di caffè si trovano nella “coffee belt” (cintura del caffè), una vera e propria fascia che si estende dal tropico del Cancro a quello del Capricorno e che comprende tre continenti: Africa, Asia e America centrale e caraibica.

In questi territori il clima mite e piovoso, unito al terreno ricco di sali minerali, permettono la crescita ideale dei chicchi di caffè.

Determinante per ottenere un caffè dal buon gusto è però l’altitudine.

I chicchi di caffè coltivati ad alta quota sono infatti i più pregiati in quanto l’alta quota incide sugli zuccheri presenti nei chicchi i quali, a loro volta, influenzano il gusto della miscela.

Quando si superano i 1.200 m.s.l.m. si parla di coltivazione ad alta quota, condizione che getta le basi per la maturazione di chicchi ad alta concentrazione di sapore. 

Le piantagioni con altitudini maggiore si trovano in Etiopia, 1.800 m, e in Costa Rica, 1.500 m.

I fattori che ad alta quota che incidono sulla qualità del chicco sono:

  1. Condizioni di crescita più dure: garantiscono una concentrazione di piante inferiore rispetto a quelle a bassa quota. Ciò permette ad ogni pianta di avere uno spazio maggiore di crescita evitando il rischio di parassiti o malattia.
  2. Pendenza del terreno: l’acqua drena lungo la montagna evitando così che il terreno se ne impregni troppo. Il risultato sono dei chicchi maggiormente ricchi di gusto e aromi. La pendenza del terreno obbliga però la raccolta esclusivamente a mano.

 

Nonostante al mondo vi siano più di 60 specie di Coffee, piante appartenenti alla famiglia delle Rubiacee dalla cui bacche deriva il caffè, quelle utilizzate per il caffè in commercio sono solitamente due: la Coffea Arabica e la Coffea Canefora, detta anche Robusta.

La Coffea Arabica cresce a quote tra i 600 e i 2.000 m.s.l.m., e può rientrare nel cosiddetto caffè di altura, mentre la Robusta, con la sua capacità di resistere al clima molto caldo, può crescere anche sotto i 600 m.

Il caffè che troviamo sul mercato è generalmente composto, o da una miscela Arabica al 100%, oppure, in diverse percentuali, da Arabica e Robusta insieme.

Una miscela con caffè proveniente da chicchi coltivati in altura sarebbe sicuramente la qualità di miscela per eccellenza.